Si chiama Sparkling, Il nuovo progetto formativo riunisce tre professioniste donne, di tre Paesi europei, che lavorano tutti i giorni con i propri animali in progetti che abbracciano molte tipologie di necessità:

Marta Cirera, catalana
Tutte le crisi possono essere una grande opportunità. Ha incontrato il cavallo quando stava divorziando. Ha scoperto un essere molto sensibile con un modo di comunicare completamente diverso. Andò in Arizona e Colorado dove iniziò il suo processo di apprendimento con loro. Prima è stato Coaching e Apprendimento assistiti con i cavalli, e dopo Somatic Experiencing, essendo ora un SEP che lavora con cavalli e cani.
⁣Vive in campagna con suo figlio e sua figlia, i suoi 7 cavalli, 5 cani e tanti altri animali.
⁣Intensità e sensibilità, due delle qualità che ha la maggior parte dei suoi clienti. Lavora molto su violenza, dipendenze, abusi sessuali. Insegna traumi a Barcellona e lavora socialmente con i detenuti di prigione.

Therese Corbeij, olandese
Quando ha lasciato il suo lavoro come consulente nel 2005, la gente pensava che fossi pazza. SheI ha fondato la sua società; Marengo è Coach con i cavalli per le aziende.
Il coaching con i cavalli non si conosceva tanto e non c’era nemmeno una scuola o una formazione specifica così ha iniziato un percorso di formazione e crescita personale.
Dal 2001 studia il comportamento dei cavalli in merito alla ′′ leadership nel branco. Ha imparato e sviluppato il modello di Leadership Naturale e formato il proprio approccio. Un po ‘ alla volta, le aziende si sono interessate e i suoi affari si sono messi in funzione.
L’unica cosa per cui aveva paura, era di incontrare qualcuno con un forte trauma. Per esperienza ha scoperto che i cavalli avrebbero mostrato le cose più importanti e che il più delle volte non si trattava di leadership. Si trattava di ciò che li bloccava essendoimpedendo loro di esere una vera persona libera.
Questo potrebbe essere un blocco sistemico, o un trauma (con T piccola o maiuscola).
Dal 2007 ha studiato lavoro sistemico con cavalli con Ruud Knaapen, è andato in America nel 2013 per studiare con Kathy Pike e ha saputo di Peter Levine.
“Mi interessava molto l’approccio nel lavorare con il corpo e come avrei potuto utilizzarlo  con i cavalli.”
Un seme è stato piantato…
Da allora ho studiato con sempre più persone che lavorano da e con il corpo (tra gli altri; Peter Levine, Maggi Kline, Marianne Bentzen e Anna Verwaal).
Quello che mi mancava era come integrare tutto questo lavoro con i cavalli. Questo è stato possibile ho incontrato Marta Cicera nel 2017. Il suo approccio non solo nel regolamentare il sistema nervoso, ma anche nello scatenare (perché questo è quello che succede fuori nel mondo reale) era quello che stava cercando.
Continua a studiare perché c’è molto altro che non sappiamo ancora. Così il prossimo anno finirò la mia istruzione NARM (Metodo relazionale neuro affettivo per riparare i traumi allo sviluppo).

Beatrice Garzotto, italiana
Si è laureata in Psicologia Generale e Sperimentale presso la facoltà di Psicologia di Padova con conseguente qualificazione alla professione. Successivamente, a partire dal 2000, ha frequentato corsi e maestri nel campo delle terapie assistite animali e nel campo della psicologia legale. Il suo lavoro, iniziato principalmente con cani e gatti, è ora completato con l’aiuto dei cavalli. Il suo approccio si basa sull’interazione spontanea tra adolescente / adulto e animale in un ambiente non medico dove la persona è libera di esprimere le proprie emozioni aiutate da animali che sanno comunicare senza censure, barriere o tabù, formando una squadra. compatto e professionale.
Per questo obiettivo ha creato un posto dove le persone possono sentirsi più sicure possibile per consentire al loro Sistema Nervoso di avere nuove esperienze.
Continua a seguire corsi intensivi professionali in Italia e negli U.S.A approfondendo la conoscenza del cavallo e dei cani con l’obiettivo di migliorare la comunicazione con questi bellissimi animali, sempre in grado di sorprendere con le capacità istintive di collaborazione e aiuto. Nel 2016 ha completato la certificazione Equine Assisted Terapist presso il Gestalt Equine Institute of Rockies in Colorado ed è una praticante sperimentale somatica.
In questo momento lavora con donne con cancro al seno e donne maltrattate.